IL PRANZO SUL POSTO DI LAVORO

LA PAUSA PRANZO

Ecco un breve decalogo di regole che ti aiuteranno durante la pausa pranzo :
Mangiare in ufficio può diventare un’abitudine sana, se si sceglie bene cosa mangiare e come mangiare, evitiamo di mangiare  davanti al computer, il pasto è un momento dedicato solo a te.

Le distrazioni dovute a cellulare e computer possono portare a una pessima digestione e alla necessità di dover ricorrere ai servigi di un micro chirurgo per estrarre dalla tastiera briciole e particelle alimentari spappolate.

Mangiare con gli occhi fissi sullo schermo dello smartphone  fa anche perdere di vista la quantità di cibo inghiottita; pensaci, se non vuoi ritrovarti in breve tempo con una taglia in più.

Mai mangiare da sola/o, e pensare a tutto quello che è accaduto fino a quel momento.

Meglio chiacchierare con i colleghi mentre si è a tavola è il modo migliore per ricaricare le energie mentali fino al momento della ripresa del lavoro.
Un piatto pensato e ben realizzato, al momento del pasto ti aiuta a scalare la classifica della popolarità in ufficio ,quindi sii contenta del pasto che ti sei portato.
Masticare con calma, assaporando ogni boccone del pasto che abbiamo portato con noi. Ne guadagnerà la nostra digestione .
Il momento del caffè dopo il pasto lo useremo per stringere nuove amicizie: un biscottino o un cioccolatino portati da casa saranno utili  a conquistare la simpatia anche dei nostri colleghi .
Nella bella stagione andiamo a mangiare all’aperto, su una panchina o su un prato al parco.

Bastano anche dei gradini su cui potersi sedere; l’aria fresca e la luce mettono di buon umore e restituiscono la carica vitale persa nelle ore trascorse al chiuso.
Dopo pranzo cerchiamo di fare un po’ di movimento aiutando la digestione e la carica di energia positiva.

Basta un quarto d’ora di camminata, magari sbirciando nelle vetrine per restare al passo con gli ultimi dettami della moda.
Ma la regola fondamentale sarà quella di non saltare mai la pausa pranzo: è scientificamente provato che un’interruzione tra le ore di lavoro è indispensabile per mantenere alto il livello di produttività. 20 minuti sono il tempo minimo necessario per ricaricare d’energia il cervello e predisporlo al buon umore.

Richiedi la tua SCHEDA DI ALLENAMENTO PERSONALIZZATA

Leggi consigli la  GUIDA PER L’ALLENAMENTO PERFETTO

CONSIGLI SULL’ALIMENTAZIONE

Annunci

Rispondi